Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

DAMJAN RACCONTA…

Quando ero un atleta dovevo fermarmi ogni anno per almeno due mesi a causa della chiusura dei palazzi del ghiaccio in Slovenia.

Ricominciare era sempre difficile, avevo bisogno di alcuni mesi per tornare al punto in cui mi ero fermato. Ma questo valeva solo per quegli elementi tecnici che erano già conquistati al 90%. Per tutti gli altri dovevo ricominciare ad imparare da zero.

A causa della difficile situazione che stiamo vivendo per il  Covid-19  mi immedesimo nella fatica dei nostri giovani atleti di tenere il passo: il pattinaggio artistico è uno sport molto complesso! Stare sul ghiaccio, pattinare non sono attività normali per gli esseri umani. C’è bisogno di molto tempo per acquisire anche solo una delle varie abilità motorie che il pattinaggio richiede. Stare fermi due settimane è già abbastanza per perdere il feeling del ghiaccio e alcuni elementi. Grazie alla tecnologia possiamo almeno continuare le attività off-ice. Non è la stessa cosa che in presenza ma almeno una parte dell’allenamento può essere fatto!

Ovviamente il piano di allenamento deve subire delle variazioni con questi stop e anche gli obiettivi degli atleti vanno rivisti per cercare di mantenere alta la motivazione e tornare in pista  con meno deficit possibili.

Se ritorno indietro con la memoria ad un anno fa, o poco più, al momento in cui ho iniziato a lavorare con i miei atleti, devo dire che non è stato facile. Ogni inizio è difficile ed impegnativo: per me, per i ragazzi e per il team. Imparare un nuovo processo di lavoro, nuove tecniche e un nuovo stile richiede tempo. Conoscerci e capire cosa può essere raggiunto nei prossimi anni richiede anche tempo.

Pian piano capisci cosa va bene per un individuo, cosa si adatta alla sua costituzione fisica per migliorare le prestazioni ed i risultati. Capisci cosa un atleta vuole e anche cosa può raggiungere, nel momento in cui inizia a comprendere il proprio corpo e le proprie capacità.

Credo che abbiamo fatto un passo in avanti nella stagione passata e mi auguro che continueremo così in quelle future. Soprattutto in vista della prossima annata, con il nuovo stadio del ghiaccio attrezzato con due piste, palestra e sala da ballo. Queste pre-condizioni aiuteranno parecchio il miglioramento dei risultati.

Vi saluto, con la speranza che la situazione del Covid-19 non duri ancora molto e che si possa tornare presto alla normalità, e a tornare a solcare il ghiaccio come piace fare a noi!

Damjan

What's your reaction?
1Cool0Bad1Happy0Sad